L'intolleranza al lattosio

 

Con una prevalenza che raggiunge il 30% della popolazione occidentale, l'intolleranza al lattosio è la più diffusa incompatibilità alimentare. 

In presenza di un'intolleranza al lattosio, lo zucchero del latte (= lattosio) non può essere completamente assimilato. Il lattosio è presente nel latte o in prodotti contenenti latte e, normalmente, viene scisso nei suoi componenti (glucosio + galattosio) all'interno dell'intestino tenue. Se il lattosio raggiunge il colon non scisso, viene assorbito dai batteri intestinali e metabolizzato. I prodotti della fermentazione – idrogeno, metano, anidride carbonica e acidi grassi a catena corta – provocano fra l'altro flatulenza e diarrea osmotica. 

I disturbi compaiono immediatamente o dopo alcune ore dal consumo di latte e latticini. L'intensità dei sintomi varia da individuo a individuo e dipende, fra l'altro, dalla flora batterica intestinale. 

Contrariamente ad un'allergia alimentare, in caso di intolleranza al lattosio, il sistema immunitario non è interessato. Non è pertanto possibile riscontrarla con un classico test allergico.